OPINIONI IN BREVE > Alimentazione e diete

Dieta sotto esami

Qualche anno fa ho suggerito ad una amica in tesi di laurea di mangiare correttamente perché avrebbe aiutato la sua concentrazione. Temo che il mio consigli sia rimasto inascoltato. In occasione dei recenti esami di maturità, Andrea Ghiselli, ricercatore dell'INRAN, ha suggerito esattamente lo stesso. Mangiare poco. Digeribile. Spesso. Temo che anche questa volta il cosiglio sia rimasto perlopiù inascoltato.

26/06/2011

Protezione solare mangiando frutta

Proteggersi con crema solare a protezione alta, la prima raccomandazione prima di esporsi al sole. La protezione tuttavia inizia prima col consumare fonti di betacarotene quali albicocche, melone, carote in crudo ma anche anguria (cocomero). In questo modo la pelle si difende da sola diventando più reattiva all'abbronzamento e permettendo alla melanina di proteggerci. Una abitudine semplice e sana per ogni giorno d'estate.

26/07/2014

Meno sale, meglio

Meno sale si consuma meglio si sta. Semplice e vero. L'eccessivo consumo di sale è correlato a ritenzione idrica e all'aumento di citochine pro-infiammatorie. Mangiare molto salato porta anche ad una minore sensibilità del gusto. Il sodio esiste in natura, non serve aggiungerlo. Questo vale soprattutto per i bambini che vengono diseducati al gusto dall'eccesso di sale da cucina nei loro pasti.

27/04/2014

Gli Omega 3 allungano la vita della mente

Uno studio congiunto tra l'Università del Sud Dakota e di San Francisco dichiara finalmente che sì, senza dubbio l'apporto di omega 3 nella dieta permette di conservare a lungo le capacità cognitive. Vale la pena modificare le proprie abitudini alimentari per introdurre fonti di omega 3. Facile a dirsi ma per molto difficile a farsi, in questo caso, per una volta, sono daccordo anche all'uso di un integratore di olio di pesce certificato.

21/01/2014

Non solo calorie...

Finalmente un articolo di divulgazione che afferma che non tutto il cibo è uguale a parità di calorie. Ciò che mangiamo "ci controlla" scrive l'autore, la composizione macro e micro-nutrizionale del pasto influisce sul sistema ormonale e sul controllo del senso di sazietà. Proprio così, attenzione alle calorie, certamente, ma di altrettanta importanza è prestare attenzione alla composizione degli alimenti che ci forniscono quelle calorie.

21/11/2013

La cattiva cultura del "benessere"

Ho trovato con sconcerto un articolo inutile, distratto e non referenziato sul principale quotidiano italiano che afferma con leggerezza che il latte è indispensabile, lo zucchero dato ai bambini prima di addormentarsi è ok, insomma che la dieta delle pubblicità va bene e tutto il resto sono bufale. Perché scrivere cose del genere? Forse per riempire all'ultimo momento una colonna del giornale. Perché?

23/10/2013

L'eccesso di sale nella dieta, un problema culturale

L'ennesimo studio mette in evidenzia quanto dannosso sia l'eccesso di sale nella dieta. Si stima che il 65% della popolazione mondiale assuma sodio in misura doppia rispetto al necessario e circa 2,3 milioni di decessi siano a questo riconducibili. Il problema è culturale: il sale è economico e "veloce". Insaporire con le spezie e senza sale si può. Costa qualcosa in più, richiede più tempo e dedizione, probabilmente allunga la vita.

04/04/2013

Integratori vitaminici, inutili quando non servono

Uno studio di Harvard condotto per 13 anni su 15.000 persone sopra i 50 anni di età dimostrerebbe la non utilità dell'integrazione vitaminica fine a se stessa nella prevenzione del cancro. Si rileva una modesta riduzione del rischio (8%) tuttavia non determinante. La salute non ha bisogno di tavolette da ingerire, piuttosto di un corretto stile di vita a tavola.

22/10/2012

Il falso mito del latte

In una rubrica del New York Times recentemente si è parlato sull'opportunità o meno del latte vaccino nella dieta. Meglio dirlo senza giri di aprole: il latte vaccino non è un alimento indispensabile. Dimenticate il mito del latte come eletta fonte di calcio. Se si è preoccupati per la salute delle ossa, è fondamentale assicurarsi di seguire una dieta alcalina e non acida, quindi molte verdure e... pochi formaggi!

11/07/2012

Uova che rimbalzano...

Dopo le angurie che letteralmente esplodevano per eccesso di un inquietante fertilizzante, ora arriva sempre dalla Cina la notizia di uova così elastiche che una volta bollite rimbalzano. Probabilmente a causa di mangimi contraffatti contenenti una proteina dei semi di cotone. Mangimi che rendono l'uovo tossico per l'uomo. Malafede, certo, ma anche questa strana idea che la chimica possa ignorare prima e sostituirsi poi alla natura.

10/02/2012

Dimagrire velocemente e bene?

Un articolo video su Corriere.it insegna che non è possibile dimagrire velocemente e "bene" senza una adeguata attività fisica. Io la chiamavo "la rivoluzione del benessere": mangiare bene, muoversi e avere una attitudine positiva. Quello che manca spesso da questi consigli è che serve la formazione di cultura personale dell'alimentazione. Per far diventare il cibo un alleato e non un nemico.

30/08/2011

Mangiare verdure prima del pasto

Un recente studio dell'Università di Osaka ricorda ancora una volta che mangiare verdure prima del pasto ne riduce l'impatto glicemico, migliora i livelli dei lipidi plasmatici e della pressione, favorisce il senso di sazietà, è quindi un'ottima strategia dietetica. Almeno da 20 anni sento periodicamente questo consiglio che non cambia nel tempo, raro in tema di alimentazione. Mi piace, lo condivido e desidero condividerlo con voi.

22/07/2011

Molta verdura sì, ma varia

Uno studio pubblicato dall''American Journal of Clinical Nutrition mette in evidenza che non basta mangiare molta frutta e verdura, le cinque classiche porzioni, ma queste devono essere variate altrimenti i benefici sulla salute sono molto meno netti. Da tenere a mente, sia che si stia seguendo una dieta dimagrante, sia che semplicemente abbiamo a cura la nostra salute.

12/07/2011

L'educazione all'alimentazione

Il Prof. Umberto Veronesi si rammarica che l'educazione all'alimentazione non è sufficientemente diffusa in Italia e lasciata all'interesse personale dei singoli individui. E nel vuoto dell'informazione, aggiungo io, dilaga la disinformazione delle pubblicità commerciali. Alimentazione e salute sono un tutt'uno. Meriterebbe dedicargli più spazio. A scuola. A casa. Nei media. Ne gioverebbero tutti. Ma proprio tutti.

21/06/2011

Michelle Obama presenta il piatto alimentare

Michella Obama, first lady americana, ha presentato l'idea del "piatto alimentare" (www.choosemyplate.gov) al posto della ben nota "piramide alimentare". Due le novità. Si parla di suddivisione calorica del pasto e non giornaliera, questione a me cara di cui ho già parlato più volte. Si abbandona l'astratto tecnicismo dei nutrizionisti e si parla alla gente dal cuore politico della nazione. Approvo. Può funzionare.

02/06/2011

Mangiare meno, ma meglio

Sui giornali la notizia che la restrizione calorica, migliora vista e memoria. Ok, il solito studio sui topi. Cmq spunto interessante. E come al solito l'articolo (rivolto al grande pubblico) dimentica di dire che non basta mangiare meno, ma bisogna mangiare meglio, privilegiando cibi a minore concentrazione calorica e maggiore concentrazione micronutrizionale, per non trasformare la malnutrizione in denutrizione.

01/06/2011

Angurie che esplodono?

In Cina (Danyang, Jiangsu), alcuni agricoltori hanno esagerato con un fertilizzante (forchlorfenuron) e le angurie sono letteralmente esplose, deformi e di uno strano colore. Un agricoltore racconta di ben 80 angurie esplose in un giorno. I resti delle angurie sono state date in pasto agli animali. Se non avessero esagerato con il fertilizzante e le angurie non fossero esplose, deformi, voi le avreste mangiate?

31/05/2011